Storia

Site Specific Museums ha avuto inizio come network di ricerca multidisciplinare tra Università di Firenze (prof. Giacomo Pirazzoli, per gli aspetti architettonici) Università di Perugia (Prof. Alessandra Lanciotti, per il quadro legislativo) e la Fondazione ERGA di Università Bocconi e Scuola Normale Superiore (prof. Guido Guerzoni, aspetti economici e di management); in prima fase è stato supportato dal Ministero Università e Ricerca italiano (Progetto di Rilevante Interesse Nazionale – PRIN 2007-2008) e dal Comune di Cortona (che non ha al momento liquidato il proprio impegno).
L’idea di mettere insieme la pratica “site specific” dell’arte contemporanea con il “museo” – inteso secondo il suo opposto significato di luogo a-topico ove acquisire, conservare, fare ricerca, comunicare e mostrare – è stato un modo esplorativo per ricercare una visione innovativa per musei e centri culturali.
Dopo che i molti investimenti pubblici e privati sul patrimonio culturale sono stati classificati e resi disponibili con i database consultabili in Site Specific Museums (vedi QUADRO LEGISLATIVO ed ECONOMIA E MANAGEMENT), obiettivo principale è diventato quello di reperire basi conoscitive relative ai più interessanti ed innovativi musei e centri di arte contemporanei, al fine di farne uso come riferimenti per il riuso della fortezza rinascimentale di Cortona (Toscana), primo e reale caso-studio. Questo straordinario manufatto doveva essere trasformato non già in museo, quanto più opportunamente in centro di produzione artistica e musicale, per la cura dell’Associazione culturale OrlandoLab. Perciò il Comune di Cortona dette incarico al Dipartimento di Progettazione dell’Architettura dell’Università di Firenze di lavorare al progetto del recupero architettonico della fortezza; in questo ambito sono stati fatti:
_ – un workshop preliminare on-site, condotto da Università Bocconi Milano (prof.Guerzoni, prof.Baia Curioni), ed il  Dipartimento di Progettazione dell’Architettura, Università di Firenze (prof.Pirazzoli, prof.Collotti);
_ – un Laboratorio di tesi di laurea, Facoltà di Architettura, Università di Firenze, con tre tesi interdisciplinari discusse da Dania Marzo, Maria Teresa Idone e Aura Gnerucci;
_ – uno studio di fattibilità avanzato per ricerca risorse (Maggio 2009) condotto da Università Bocconi Milano, ed il Dipartimento di Progettazione dell’Architettura, Università di Firenze;
_ – una mostra internazionale dedicata a Francesco Laparelli (1521-1570, principale architetto della fortezza di Cortona nonché autore del piano urbanistico della città di La Valletta, capitale dell’isola di Malta) e alla ricerca storica intesa come base per il progetto di recupero architettonico in corso. Vd. catalogo IT/ENGL a cura di Edoardo Mirri, allestimento della mostra di Giacomo Pirazzoli e Pietro Matracchi, Università di Firenze;
_ – un congresso internazionale tenutosi nella Biblioteca degli Uffizi a Firenze, novembre 2009.
Purtroppo i lavori di recupero della fortezza di Cortona – che avrebbe dovuto essere il vero laboratorio per questa visione innovativa sui beni culturali – erano da poco cominciati quando il locale sindaco d’improvviso decise di interrompere sia la ricerca Site Specific Museums che il progetto di recupero architettonico che da questa derivava. Di conseguenza, l’approccio progettuale tornò ad essere quello tipico locale, cosicchè oggi alla fortezza di Cortona il restauro non finito testimonia nei fatti la perdita dei contenuti legati al culture-crossing.
Ciò nondimeno, il network Site Specific Museums è stato mantenuto online dagli studenti e dai professionisti volontari coivolti, ed implementato come strumento open-source di studi museali. L’approccio innovativo ed intrinsecamente a basso costo ai temi museali che contiene – profondamente alternativo rispetto a quello degli odierni Logo Museums progettati da autoreferenziali archi-star – è dunque ora base pienamente disponibile per conferenze, ricerche e relativi workshop, così da aprire la strada ai musei di nuova generazione.
Site Specific Museum_ONE, il primo SIDE-BOOK implementabile online dai lettori (che ne divengono autori) viene pubblicato IT/ENGL, ed è attualmente in corso di presentazione.
Il team di progetto di SISMUS è felice di invitarti per nuove e sostenibili occasioni di ricerca da condividere.

I commenti sono chiusi.